Generico

Selezionare in caso la notizia sia generica e no riguardante alcuna altra località elencata

Colletta emergenza terremoto in Nepal

La Diocesi di Cerignola - Ascoli Satriano aderisce all' invito della Conferenza Episcopale Italiana per una colletta nazionale, da tenersi in tutte le chiese italiane domenica 17 maggio 2015, come segno della concreta solidarietà di tutti i credenti per il sostegno alle popolazioni.

Offriamo con generosità per alleviare le sofferenze dei nepalesi.

MESSAGGIO DELLA C.E.I.PER LA GIORNATA DEL 1° MAGGIO: "NELLA SPERANZA, LA DIGNITA' DEL PANE"

Messaggio per la giornata del 1° maggio 2015 “Nella speranza, la dignità del pane”
La giornata del primo maggio, quest’anno, è legata al cammino della prossima Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi sulla famiglia (4-25 ottobre 2015) e ha come cornice di speranza e di riflessione l’evento del 5° Convegno Ecclesiale Nazionale (Firenze, 9-13 novembre
2015): “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”.

LA CHIESA ITALIANA PRIMO ENTE A DONARE TRE MILIONI DI EURO PER IL TERREMOTO IN NEPAL

La Chiesa italiana, con tutte le Caritas, è stato il primo ente al mondo a donare 3 MILIONI di euro al NEPAL in meno di 48 ore. Caritas Nepal ha identificato la necessità di protezione soprattutto per coloro che sono più vulnerabili, quindi le donne, le ragazze e le persone che vivono con disabilità fisiche e mentali.(Da Radio Vaticana)

Una risposta veramente strepitosa!

Invece di rischiare buttando i tuoi soldi per una dubbia buona azione fate un vero gesto di aiuto dando il tuo 8x1000 alla Chiesa cattolica.

DONARE IL 5 PER MILLE ALL'ANSPI E CREDERE NEL VOLONTARIATO

Anche L'ANSPI CENTRO STUDI di Ascoli Satriano chiede il 5 per mille. Grazie di cuore a quanti firmeranno nello spazio riservato alle Onlus-Volontariato sulla dichiarazione dei redditi scrivendo il nostro codice fiscale: 94003000711. Il vostro contributo sarà utilizzato per le modalità indicate nella locandina.

AUGURI DON SALVATORE

«Col cuore profondamente commosso e lancinato comunico che il seminarista Salvatore Mellone, della Parrocchia del SS. Crocifisso di Barletta, alunno del Seminario regionale di Molfetta, per una grave malattia è in uno stadio terminale. Mi ha manifestato il suo vivissimo desiderio di poter coronare il suo cammino vocazionale con l'ordinazione presbiterale; anche un solo giorno da presbitero sarebbe per lui la realizzazione del progetto di Dio sulla sua persona.

L'EUROPA ELOGIA IL PAPA: IN TURCHIA CI FU GENOCIDIO DEGLI ARMENI

Europarlamento: no a negazionismo genocidio. Il Parlamento europeo ha approvato per alzata di mano una risoluzione che riconosce il genocidio degli armeni, rende omaggio alle vittime, propone l'istituzione di una giornata europea del ricordo e deplora ogni tentativo di negazionismo. Passa anche un emendamento che "elogia il messaggio" di Papa Francesco.

GLI STATI UNITI STANNO CON IL PAPA SUGLI ARMENI UCCISI

Da parte degli Stati Uniti è arrivato un appello ad Ankara a un "pieno e schietto" riconoscimento dei fatti che hanno portato all'uccisione degli armeni nella prima guerra mondiale. "Il presidente e altri alti funzionari (turchi) hanno ripetutamente riconosciuto il massacro di un milione e mezzo di armeni come un fatto storico", ha sottolineato la portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Marie Harf, ribadendo che il chiarimento di quel periodo storico è nell'interesse di tutti "della Turchia, dell'Armenia e dell'America".

L'ARMENIA E LA TURCHIA

Dopo le polemiche sorte in seguito alla celebrazione del centenario dello sterminio degli armeni da parte dei "giovani turchi" la Turchia si ostina a non favorire una indagine storica internazionale soffermandosi sui sofismi del termine "genocidio" la realtà è che milioni di cristiani armeni furono uccisi. In questo sito ospitiamo l'intervista al Catholicos armeno apostolico: Aram I che è stato presente alla celebrazione di domenica, nella basilica di S. Pietro ha dato al giornalista Gianni Valente:

Pagine

Abbonamento a RSS - Generico