Concorso "Per la conservazione e la trasmissione del nome POTITO"

Versione stampabile

Dal 1995 il servizio culturale "Università della Terza età e del tempo libero S. Potito" dell' anspi di Ascoli Satriano bandisce annualmente il concorso di cui sopra riservato ai bambini nati nell'anno i quali vengono battezzati e chiamati POTITO, nome del primo martire cristiano della Daunia (attuale provincia di Foggia) e Patrono della città di Ascoli Satriano e della diocesi di Cerignola - Ascoli Satriano.

Le famiglie ascolane, da sempre, per tradizione e devozione al santo patrono hanno dato a un membro della famiglia il nome Potito (c'è anche la variante femminile Potita).

S. Potito, giovane patrizio ascolano di tredici anni, è stato martirizzato sotto gli Antonini tra il 160 - 180 d.C.

REGOLAMENTO DEL CONCORSO

" PER LA CONSERVAZIONE E LA TRASMISSIONE DEL NOME POTITO"

Art. 1 – L’Organizzazione di Volontariato "ANSPI CENTRO STUDI MEDICO-PSICO-SOCIO-PEDAGOGICO E DI CONSULENZA FAMILIARE" tramite il proprio servizio culturale denominato "Università della Terza Età e del Tempo Libero ‘S. Potito’ ", bandisce un concorso riservato a bambini, di ambo i sessi, nati nel corso dell’anno ai quali sia stato posto il nome POTITO (se bambina POTITA o MARIA POTITA, oppure con il diminutivo TITINA) e che così venga chiamato.

Art. 2 - Per ‘anno’ si intende il periodo che va dal 14 gennaio al 13 gennaio dell’anno successivo.

Art. 3 - Il concorso, da farsi sempre e comunque in presenza di concorrenti, consiste nell’estrazione del nome di un bambino concorrente, iscritto al concorso, e nella consegna di un premio in denaro (tramite buono fruttifero postale intestato al bambino) il cui ammontare verrà deciso, di volta in volta, dal Consiglio Direttivo di questa Organizzazione di Volontariato anspi. A tutti i bambini partecipanti, compreso il vincitore, verrà consegnato un attestato di partecipazione, l’effigie del Santo Patrono di Ascoli Satriano e una medaglietta in argento, o altro oggetto simile, raffigurante S. Potito.

Art. 4 - L’estrazione si terrà nella Chiesa Cattedrale di Ascoli Satriano dopo la celebrazione della Messa Pontificale del giorno della festa di S. Potito il 13 gennaio di ogni anno; mentre la consegna del premio speciale in denaro al bambino vincitore avverrà giorno 21 agosto, terzo giorno della festa estiva di S. Potito.

Art. 5 - I requisiti richiesti per la partecipazione al concorso sono:

1. Certificato di Battesimo;
2. Estratto di nascita.

Art. 6 - Nell’anno 2000, a giudizio del Consiglio Direttivo dell’anspi, potranno essere premiati tutti i bambini partecipanti, in onore dell’anno giubilare.

Art. 7 - Il Consiglio Direttivo potrà apportare modifiche al presente Regolamento.

Nota: si potrà osservare la tabella sottostante in ordine ascendente o discendente cliccando su "anno", "nome" o "provenienza".

http://www.anspiascolisatriano.it/content/concorso-conservazione-trasmis...