UTE Ascoli Satriano

UTE Ascoli Satriano

anno apertura: 
1994

La Storia
Alla fine del 1993, proclamato "Anno Europeo dell’Anziano" l'Organizzazione di Volontariato "ANSPI Centro Studi Medico-Psico-Socio-Pedagogico e di Consulenza Familiare" di Ascoli Satriano istituì l'Università della Terza Età e del Tempo Libero 'S. Potito'. Nel 2004 questa UTE viene iscritta al n. 30 dell’Albo delle Università Popolari e della Terza Età della Regione Puglia ai sensi della legge regionale n. 14/2002.

News UTE Ascoli Satriano

LA GRANDE GUERRA VISTA DA ASCOLI E DAGLI ASCOLANI CONFERENZA NEL CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Giorno 16 dicembre, alle ore 19.00, presso il teatro del centro sociale di via Melfi, il dott. Potito Moscano terrà una relazione nel centenario della prima guerra mondiale. Introdurrà l'ing. Armando Di Napoli, presidente della sezione cittadina Vincenzo Aulisio dell'Anpi, il sindaco avv. Vincenzo Sarcone darà i suoi saluti ai presenti. Al termine sarà proiettato il film: La grande Guerra, vincitore del festival di Venezia del 1959

INAUGURAZIONE DELL'EX OSPEDALE CIVICO RESTAURATO-HOSPITIUM PEREGRINORUM

Domenica 23 dicembre 2018, ore 19.00, verrà inaugurato presso l'hospitium peregrinorum vecchia sede dell'ospedale civico recentemente restaurato. Introdurrà l'evento l'avv. Vincenzo Sarcone, sindaco di Ascoli Satriano e mons.Luigi Renna, vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano. La relazione magistrale sarà tenuta dall'on.dott. Francesco Bonito, consigliere di corte di cassazione, che illustrerà il 'Digesto' giustinianeo.

FIN DAL 1300 LE STRADE COMUNALI N.2 E N.5 ERANO CHIAMATE RISPETTIVAMENTE "AD STINCOS" E "DE STINCIS". LE DUE VIE DI ASCOLI ERANO IN REALTA' LA STESSA VIA.

Riguardo alla storicità di via Stingi di Ascoli Satriano un monaco agostiniano scrive: "quando l'ascolano vescovo di Ascoli dal 1397 al 1419, FRANCESCO PASQUARELLO, già monaco agostiniano del nostro monastero di Ascoli di Puglia, si recava a visitare le nostre terre, site "nel luogo detto li Stinci", scendendo per la strada ora denominata n. 2 ma allora detta via ad Stincos e risalendo per la strada ora denominata n.

LA STORICITA' DI VIA STINCI o STINGI di ASCOLI SATRIANO dal 1300 le strade n.2 e n.5 sono "ad stincos" e " de stincis"

Con la deliberazione n. 79 del 21/06/2018 (Prot. n. 6478 del 28/06/2018), avente per OGGETTO: Ridenominazione Strada Ascoli Satriano-Scalo Ferroviario, detta anche Stingi a "VIA ENZO FERRARI", la Giunta Comunale di Ascoli Satriano disponeva di ridenominare "Via Enzo Ferrari" quella che da secoli era denominata "Via Stingi". Credo che tale deliberazione stinga o estingua un intero capitolo della storia di Ascoli Satriano, perché:

17 FEBBRAIO 2018 L'ARCHEOCLUB DI ASCOLI S. A FIRENZE: VILLA FARAGOLA SORGE DALLE CENERI

Sabato 17 febbraio 2018, durante il XIV incontro nazionale di Archeologia Viva, il prof. Giuliano Volpe parlerà a Firenze della villa tardoantica di Faragola "sorta dalle ceneri" dopo l'incendio che l'ha devastata durante il periodo estivo. Seguirà l'intervento dell'Archeoclub di Ascoli Satriano, con il presidente Biagio Gallo.
L'evento avverrà presso l'auditorium del palazzo dei congressi.

LA VIGILIA DELLA FESTA DI S.LUCIA

Da due anni la vigilia della festa in onore di S.Lucia, patrona dell'omonima parrocchia di Ascoli Satriano il parroco don Ilario Kitambala Iwaka, insieme all'amministrazione comunale, sindaco Vincenzo Sarcone con la collaborazione della polizia municipale e la locale sezione della protezione civile e le volonrtarie della parrocchia, organizza degli stands nella villa Ricciardi dove si può consumare prodotti gastronomici il cui ricavato va alla parrocchia per i lavori di manutenzione dei tetti.

Ascoli Satriano, al sottosegretario al ministero dei beni, delle attività culturali e del turismo piacciono i Grifoni

L’on. Dorina Bianchi,sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha visitato,ieri mattina,il museo e la zona archeologica di Ascoli Satriano dicendosi “Piacevolmente sorpresa dalla bellezza e dalla preziosità dei numerosi reperti archeologici.Un museo ben tenuto ed organizzato,da valorizzare e pubblicizzare che custodisce una vasta gamma di oggetti straordinari come i bellissimi "Grifoni".(da:FoggiaToday).

Pagine